Istituto
Laboratori
Azienda Agraria
Museo Agricoltura
Come arrivare
I Successi dello Zanelli
Dicono di noi
P.T.O.F.
Sicurezza
Popolazione scolastica
Organico
Esami di stato
Antonio Zanelli
Amministrazione
Circolari
Albo OnLine
Organigramma
Bilancio
Incarichi esterni
Acquisti beni
Bandi di gara
Contrattazione integrativa
Regolamenti
Amministrazione Trasparente
Organi Collegiali
Codice personale scuola
Corsi
Schema Corsi
Liceo Scientifico opz. Scienze applicate
Tecnico produzioni e trasformazioni
Tecnico gestione ambiente e territorio
Tecnico viticoltura ed enologia
Professionale servizi per l'agricoltura
Tecnico Chimica e biotecnologie Sanitarie
Servizi
Comunicazioni
Scuola - Famiglia
Orario definitivo
Corsi di recupero
Libri di testo
Programmazioni iniziali
Modulistica
Graduatorie supplenze
Uffici Segreteria
Orario ricevimento Docenti
Progetti
Progetti corrente A.S.
Bellacoopia
IeFP
Micropropagazione
Legalità - Lotta mafie
Scuola - Teatro
Life Rinasce
Certificazione linguistica
Valutatori
Progetto Bonifica
Giochi della Chimica
Olimpiadi Informatica
Olimpiadi della Fisica
Olimpiadi delle Scienze
Ippoterapia
Archivio storico
Iniziative
Visite Scuole Medie
Scuola Aperta
Fattorie didattiche
Giorno memoria
Viaggio memoria
Archivio storico
Prodotti
Lambrusco Vigna Migliolungo
Staff
Dirigente Scolastico
Docenti
Segreteria
Assistenti Tecnici
Collaboratori Scolastici
Orario ricevimento Docenti
Studenti
Orientamento Universitario
PhotoGallery
Scuola lavoro
Sport
Atletica
Tennis Tavolo
Calcio e Calcio a 5
Nuoto
Pallavolo
Tennis
Pesca
Sci
Danza
Scacchi
Links
Scuole ed Enti
 



IEeP PROGETTO“DI COLTIVAZIONE”

La sperimentazione in campo di quanto studiato in aula porta sempre “buoni frutti”, in questo caso sono non solo tangibili ma anche copiosi! I protagonisti di questa esperienza progettuale sono i ragazzi delle due classi prime del professionale agrario che, guidati dal Prof. Daniele Galli, hanno lavorato, attraverso diverse fasi, alla realizzazione di un orto didattico. La prima fase è stata eseguita in serra con la semina di diverse specie orticole: basilico, prezzemolo, pisello, fava, cetriolo e numerose cultivar di pomodoro. I semenzali, così ottenuti, sono stati in parte regalati ai protagonisti dell’esperienza, in parte venduti e in parte impiegati per la produzione di piante in vaso che, solo quando le temperature lo hanno concesso, sono state trasferite in pieno campo (cetriolo, fava, pomodoro). Durante questa fase, gli alunni hanno studiato la composizione del terreno e dei diversi substrati impiegati per la semina e per i rinvasi, le tecniche di riempimento e di semina in contenitore, le principali cure colturali in ambiente protetto. E’ stato inoltre possibile valutare lo stato di conservazione delle sementi e verificare germinabilità/emergenza. Prima della messa a coltura delle piantine in pieno campo è stato preparato il terreno, posato il telo pacciamante e istallato l’impianto d’irrigazione. Per le piante di pomodoro è stata allestita un’apposita impalcatura di tutoraggio verticale sulla quale sono state fatte sviluppare, tramite legatura, le pianticelle. Particolare attenzione è stata prestata alle tecniche di trapianto e alle cure colturali finalizzate alla riduzione dello stress post-trapianto e all’anticipo della produzione. Il progetto è stato realizzato nell’ambito delle azioni IeFP promosse dalla Regione Emilia Romagna. Approfondimenti e foto


PROGETTO ANALISI CHIMICHE E MICROBIOLOGICHE CHE QUALIFICANO IL LATTE DESTINATO ALLA PRODUZIONE DI PARMIGIANO REGGIANO

Nel contesto dei percorsi di formazione e istruzione professionale attivati dalla Regione Emilia Romagna, gli studenti delle due terze del corso professionale (3N e 3M), coordinati dalla Prof.ssa Milena Miccoli, hanno sviluppato il progetto didattico relativo alle principali analisi chimiche e microbiologiche su campioni di latte destinato alla produzione del Parmigiano Reggiano. Le lezioni, svolte nei laboratori di chimica e microbiologia dell’Istituto, hanno visto la campionatura di latte proveniente dal caseificio Notari e da latte prelevato dagli studenti nelle stalle di proprietà. In questo contesto i ragazzi hanno potuto svolgere le analisi chimiche e correlarle alla qualità del latte analizzato. Tale esperienza, finalizzata anche al miglioramento della manualità, si è dimostrata un’opportunità per gli alunni di una concreta applicazione di quanto teorizzato nelle lezioni. Gli studenti, al termine di questo percorso hanno confrontato i risultati ottenuti con un referto analitico reale di un laboratorio chimico. Approfondimenti e foto


PROGETTO UN GIORNO DA GARZONE

Alcuni studenti delle due terze del corso professionale, accompagnati dalla Prof.ssa Milena Miccoli, hanno avuto l’occasione di provare a vivere una giornata lavorativa di una figura professionale che riveste un ruolo importante nel ciclo di produzione del Parmigiano Reggiano: il garzone. Questa opportunità nasce da una collaborazione tra l’IIS Zanelli ed il Consorzio del Parmigiano Reggiano che ha visto dapprima nel Dott. Nocetti e successivamente nel Dott. Reverberi la volontà di mettere alla prova alcuni studenti dell’Istituto. La realizzazione è stata resa possibile grazie alla disponibilità del casaro Gabriele Rossi del caseificio di Castellazzo a Campagnola Emilia e da tutti i suoi collaboratori che hanno ospitato gli studenti con uno spirito di accoglienza davvero speciale. Il garzone per molto tempo è stato visto come mestiere faticoso e di scarsa importanza; infatti, le uniche persone disposte a svolgerlo erano quelle con bassa qualifica o in difficoltà economiche. Il ritorno alle origini, la rivalutazione nel contesto sociale e culturale di “vecchi mestieri”, forse anche complice la crisi economica degli ultimi tempi, hanno contribuito a valorizzare questa professione. Approfondimenti e foto


CORSO SULLA POTATURA DEI FRUTTIFERI

Nell’ambito dei percorsi di istruzione e formazione professionale finanziati dalla Regione Emilia Romagna, i ragazzi delle due terze del corso professionale, hanno seguito un corso teorico-pratico sulla potatura dei fruttiferi. Il Dott. Luca Casoli, dopo aver spiegato le basi fondamentali per una corretta esecuzione della potatura di produzione del pero, ha trasferito la tecnica agli allievi del corso, divisi in piccoli gruppi, che hanno eseguito la pratica dimostrando non solo interesse ma anche buone capacità di lavoro autonomo. A conclusione del corso, lo stesso docente, che da tempo collabora con il Consorzio Fitosanitario di Reggio Emilia, ha svolto una lezione teorica sulle principali patologie del Melo, del Pero e della Vite per entrambe le classi. L’esperienza si è dimostrata una buona occasione per i ragazzi che hanno avuto l’opportunità di apprendere ma anche di confrontarsi con un’attività professionale oggi apprezzata nel mondo del lavoro in agricoltura. Foto

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Dimensione carattere piccoloDimensione carattere medioDimensione carattere grande